Post sisma, Sospiri e Santangelo: ecco la legge per le microimprese

(Segue)

L'Aquila, 7 ago. (askanews) - "Con voto unanime il Consiglio regionale d'Abruzzo ha approvato la legge pilota 'salvaimprese': da questo momento tutte le micro e piccole attività commerciali o artigiane che riceveranno un danno economico per mancato incasso causato da un cantiere pubblico o un cantiere privato finanziato con fondi pubblici, come nel caso delle opere post-sisma, vedranno riconoscersi un ristoro, dunque un sostegno concreto per superare il momento di criticità. Per il 2019 abbiamo previsto un primo fondo pari a 400mila euro, utile a coprire tutto il territorio regionale, per le annualità successive interverremo con la finanziaria". Lo hanno annunciato il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e il vicepresidente vicario Roberto Santangelo nel corso della conferenza stampa di oggi convocata per illustrare i contenuti della legge 24/2019 'Norme per il sostegno economico alle micro e piccole imprese commerciali e artigiane operanti nel territorio della Regione Abruzzo interessato dai cantieri per la realizzazione di opere pubbliche e di opere private relative alla ricostruzione post sisma 2009 e post sisma 2016/2017', approvata ieri in aula all'unanimità. "La proposta è stata del vicepresidente Santangelo ed è stata sposata da tutti, compresa l'opposizione che ne ha ovviamente compreso la portata e l'importanza - ha sottolineato il Presidente Sospiri -. Parliamo di una norma che sono certo verrà ripresa e copiata in tutta Italia e che per la prima volta focalizza l'attenzione su un aspetto poco considerato, ovvero si parla sempre dell'apertura di grandi cantieri pubblici per opere rilevanti per la collettività, ma è vero che se per lungaggini burocratiche quel cantiere non va avanti, subisce dei ritardi, o si ferma, c'è un tessuto produttivo che inevitabilmente ne riceve un danno economico, magari per la presenza di un ponteggio importante che impedisce l'accesso su una strada in cui ci sono negozi, attività artigiane, o la prolungata chiusura di una strada che limita anche la visibilità degli esercizi. Ecco allora che qui scatta l'applicazione della legge 'salvaimprese' che mira proprio a coprire il danno eventualmente cagionato".