Pozzuoli, 21enne muore in incidente stradale: donati 5 organi

Psc

Napoli, 21 ago. (askanews) - Un giovane di 22 anni, morto in seguito a un incidente stradale, darà nuova speranza di vita a pazienti con gravi patologie. Tre diverse equipe mediche, arrivate presso l'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli (Napoli), hanno permesso di espiantare cinque organi: cuore, reni, pancreas e fegato. Il ragazzo, vittima di un incidente lo scorso venerdì 16 a Pozzuoli, è deceduto nella giornata di ieri.

Grazie al consenso della famiglia del 21enne, nella giornata di ieri l'equipe dei medici e infermieri guidata dal dottor Francesco Diurno, ha effettuato l'osservazione della morte celebrale e avviato le procedure per il prelievo degli organi. In nottata il lavoro dei gruppi di medici di tre diversi ospedali italiani e campani. "A nome di tutto il personale dell'Asl Napoli 2 Nord esprimo il cordoglio per la famiglia del ragazzo che, nonostante tutti i nostri sforzi, non è riuscito a sopravvivere alle conseguenze del grave incidente - ha detto Antonio d'Amore, direttore generale dell'Asl Napoli 2 Nord - Voglio anche ringraziare i familiari per la generosa scelta di donare gli organi del proprio caro. Grazie a questo gesto cinque pazienti gravemente ammalati potranno tornare ad avere una vita normale. Si tratta di piccoli miracoli che è possibile realizzare anche in virtù della competenza e professionalità dei medici e degli infermieri del Santa Maria delle Grazie". La procedura di donazione ha previsto - come per legge - una valutazione della morte cerebrale del paziente da parte di un collegio di tre medici: un medico legale, un medico rianimatore ed un neurofisiopatologo. La procedura di osservazione della morte cerebrale è stata fatta presso il reparto di Terapia Intensiva del Santa Maria delle Grazie, effettuando un elettroencefalogramma della durata di oltre trenta minuti, ripetuto per tre volte in sei ore e di ulteriori test ripetuti più volte.