Praga, Di Stefano a Forum italo-Ceco "Innovation for better life" -2-

Red/Bea

Roma, 17 lug. (askanews) - La strategia pone l'accento sul finanziamento della ricerca dello sviluppo innovativo, che dovrà raggiungere il 2,5% del PIL entro 2025 e il 3% entro il 2030. La stabilità degli indicatori macroeconomici, unita al tasso di disoccupazione più basso d'Europa, alla presenza di manodopera qualificata e dai costi contenuti e all'ampia domanda di automazione industriale da parte delle imprese locali, rende la Repubblica Ceca un mercato di particolare interesse per le aziende italiane, ha ricordato il Sottosegretario Di Stefano. In questo contesto, il comparto italiano dell'automazione industriale può trovare spazio per collaborazioni win-win in settori ad alto contenuto tecnologico, quali l'automotive e la meccanica strumentale.(Segue)