Prandelli e la tristezza di Ribery

·1 minuto per la lettura

Il tecnico della Fiorentina Cesare Prandelli ha parlato delle condizioni di Franck Ribery in vista del match contro il Milan: "Abbiamo recuperato tutti i giocatori, domani abbiamo ancora un allenamento e deciderò di conseguenza. Noi non dobbiamo essere dipendenti da lui ma Franck deve essere coinvolto nel nostro gioco, non può stare isolato o essere triste. Deve essere maggiormente coinvolto senza isolarsi in un posto. Franck non deve mai pensare alla tristezza, ma pensare a trasmettere l’entusiasmo che ha. Vorrei vedere un Ribery così. Deve trasmettere l'entusiasmo che lui ha". Sull'unità di gruppo vista a Udine: "Vogliamo che la squadra diventi gruppo, avere poche idee ma chiare. Così facendo aumenterà l'autostima e la consapevolezza che possiamo fare anche meglio. Ho chiesto ai ragazzi di trovare uno spirito di squadra e sono convinto che questo spogliatoio possa bruciare le tappe. Ma la classifica è quello che è, dobbiamo fare una grande prestazione a Milano contro una squadra matura, completa che gioca in modo fluido". Il confronto con Vlahovic: "Sono stato chiaro con lui, gli ho detto cosa deve migliorare e lo sta facendo con grande convinzione. Spesso il giudizio su di lui è rapportato alle reti ma la disponibilità me l'ha sempre data. Non penso sia un problema fisico o mentale il suo ma è una questione di smarcamento dagli avversari".