Prato, la madre consuma crostacei crudi: neonato ricoverato in gravi condizioni

Neonato ricoverato prato
Neonato ricoverato prato

Poco prima che la gravidanza giungesse al termine aveva mangiato in un noto ristorante ostriche e altri crostacei crudi. Pochi giorni dopo essere venuto alla luce, il piccolo ha contratto una sepsi con meningite originata dall’infezione della madre: “Il piccolo è stato ricoverato poco dopo la nascita, in quanto ha manifestato importanti sintomi poi risultati legati ad una rarissima infezione da ‘Plesiomonas shigelloides”, si legge nel comunicato diramato dall’Ausl della Toscana. L’attività del locale intanto è stata sospesa e circa mezzo chilo di cibo avariato messo sotto sequetro.

Neonato ricoverato nell’ospedale di Prato: la madre aveva mangiato crostacei crudi

La forma di sepsi dalla quale è stato colpito il bambino – ha affermato il direttore della struttura complessa di Pediatria e Neonatologia del presidio di Prato, Pier Luigi Vasarri, ha affermato che è molto rara tanto che sono 12 i casi diagnosticati nel mondo. Il bambino è grave mentre la madre sta bene: “Il neonato è stato ricoverato dopo poche ore dalla nascita e grazie alla rapida diagnosi fatta dal nostro laboratorio abbiamo potuto intraprendere la corretta terapia, ma il suo quadro clinico resta comunque serio; nelle prossime ore abbiamo disposto nuovi accertamenti diagnostici”.

L’appello: “Evitare il consumo di cibi crudi”

L’esperto ha infine lanciato un appello chiedendo che le future mamme evitino di consumare cibi crudi anche negli ultimi periodi della gestazione al fine di non trasmettere infezioni, di origine alimentare, anche gravi, come nel caso specifico, al nascituro”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli