Precipita in elicottero il ministro dell'Interno ucraino

Quattordici persone, tra cui tre bambini e il ministro dell'Interno ucraino Denis Monastyrskyi, sono morte nello schianto dell'elicottero sul quale volavano nei pressi di Kiev. L'apparecchio, secondo quanto riportato dall'agenzia Afp, si stava recando sulla linea del fronte. Si trattava di un Super Puma EC-255.

Secondo il capo dell'amministrazione militare regionale, Oleksiy Kuleba, i feriti in seguito all'incidente sono una trentina. L'aereomobile si è schianato su un asilo nido dell'area residenziale Brovary. Fonti locali hanno indicao che lo schiando ha colpito l'edificio scolastico e ha provocato un incendio, che in seguito si è esteso ad un immobile di quattordici piani e a tre vetture che erano parcheggiate nella zona. Alle vittime si aggiungono almeno 25 persone che sono state ricoverate: tra loro figurano undici bambini.

Chi era Monastyrskyi

Denys Monastyrskyi, classe 1980, era un giovane politico del governo Zelensky. Laureato in Giurisprudenza che dopo un dottorato aveva iniziato la carriera come avvocato, dirigendo anche il dipartimento di legislazione dell'Università di Khmelnytskyi, dove ha lavorato in qualità di professore associato.

Monastyrskyi è stato anche co-fondatore e membro del consiglio dell'Associazione culturale giovanile "Into the Future through Culture". Tra il 2014 e il 2019 è stato assistente consulente di Anton Gerashchenko.

L'elezione

In vista delle elezioni presidenziali ucraine del 2019 Monastyrskyi è stato presentato come esperto del "Team" del candidato presidenziale Volodymyr Zelensky sulla riforma delle forze dell'ordine. Candidato con il partito a Servo del Popolo alle elezioni parlamentari ucraine del 2019 è stato eletto al Parlamento ucraino diventando il capo della commissione parlamentare per l'applicazione della legge.

Il 12 luglio 2021 quando il ministro dell'Interno Arsen Avakov si dimette da ministro dell'Interno Monastyrsky gli succede alla guida del dicastero.

Il cordoglio

ll presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha commentato la notizia parlando di una "terribile tragedia" e di un "dolore indicibile". Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha espresso allo stesso modo il proprio cordoglio e ricordato il ministro Monastyrskyi, definendolo "un riformista e un patriota".