Preda dell'alcol eccessivo, una paziente ha messo in subbuglio il pronto soccorso

Troppo alcol ospedale
Troppo alcol ospedale

La notte di martedì, alle 2, al pronto soccorso di Rimini una paziente ha creato scompiglio. Si è reso necessario l’intervento di una pattuglia della polizia di Stato per sedare la ragazza e ripristinare l’ordine.

Non si regge in piedi per il troppo alcol: la ricostruzione della serata

La vicenda ha avuto inizio in un locale del lungomare Tintori, dove la giovane ha chiamato il 112 sostenendo di essere stata picchiata dalla sicurezza. Dopo la telefonata, la pattuglia si è subito precipitata sul posto e ha trovato la ragazza, assieme al fidanzato, completamente ubriaca.

Gli agenti così hanno preso atto della realtà, del tutto diversa da quella che veniva invece raccontata dalla presunta vittima. Secondo la ricostruzione, infatti, era stata la coppia ad essere stata allontanata perchè infastidiva i clienti e, inoltre, erano stati loro ad alzare le mani contro i buttafuori del locale.

L’intervento della polizia per sedare la furia della giovane in ospedale

Una volta riportata la calma, la coppia è stata condotta al pronto soccorso perchè molto annebbiata dall’alcol.

A quel punto, una volta arrivati, la ragazza ha iniziato a trasformarsi in una furia, urlando e infastidendo gli altri pazienti, fino a colpire il vetro divisorio del triage a più riprese.

Gli agenti della Questura sono intervenuti di nuovo ma la ragazza ha iniziato a dirottare i suoi sputi verso di loro per non essere identificata. Alla fine, è stata poi arrestata per resistenza e denunciata per oltaraggio, interruzione di pubblico servizio, molestie, vilipendio della Repubblica, delle istituzioni e delle forze armate.