“Pregate per il Myanmar”, la denuncia della reginetta di bellezza

·1 minuto per la lettura
featured 1335686
featured 1335686

Los Angeles, 17 mag. (askanews) – Dopo avere sfilato sul palco, si è inchinata con le mani giunte e ha poi srotolato il cartello con la scritta “Pray for Myanmar”: così Miss Birmania, Thuzar Lwin, ha denunciato il golpe nel suo Paese durante il concorso di Miss Universo 2021, che si è svolto a Hollywood, Los Angeles, in Florida.

La reginetta di bellezza birmana si è aggiudicata il titolo per il costume nazionale, mentre lo scettro di Miss Universo 2021 è andato a Miss Messico, Andrea Meza, 26 anni, dopo che l’edizione di Miss Universo del 2020 era stata annullata a causa della pandemia. Meza ha battuto 70 concorrenti e ha ottenuto il 69esimo titolo di Miss Universo, succedendo alla sudafricana Zozibini Tunzi, Miss Universo 2019.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli