Pregliasco: "Dal punto di vista scientifico riaprire le scuole è rischioso"

·1 minuto per la lettura
Pregliasco riapertura scuole
Pregliasco riapertura scuole

Il virologo Fabrizio Pregliasco ha sottolineato come dal punto di vista scientifico le scuole siano ritenute un elemento di rischio: riapirle per pochi giorni prima di Pasqua secondo lui è stato solo “un elemento simbolico che però aggiunge ulteriori rischi ad una situazione epidemiologica già delicata“.

Pregiasco sulla riapertura delle scuole

Intervistato dal Messaggero, l’esperto ha spiegato che il ruolo della scuola nella diffusione dell’epidemia può essere legato anche al fatto che, pur seguendo tutti i protocolli, non si riesce a controllare in modo adeguato la mobilità e la socialità che si crea intorno. Invece che riaprire, i giorni prima delle vacanze “potevano piuttosto permettere una ripianificazione più sistematica e una attuazione dei protocolli di sicurezza“.

Pregliasco ha sottolineato che sarà difficile determinare quanti contagi avrà causato questa riapertura. Anche perché siamo in un periodo di grande diffusione del virus e, anche se in una fase di plateau, non si riesce a quantificare in modo adeguato tutti i casi. Secondo lui il lockdown dovrebbe per questo essere prolungato ancora, anche perché nelle ultime settimane si osserva una riduzione del 3-4% dei contagi ma ricoveri e decessi ancora alti.

La strada per tenere a bada l’epidemia, ha concluso, è quella di mantenere bassa la diffusione del virus con le restrzioni e di accelerare la campagna vaccinale. La lentezza può infatti facilitare l’insorgenza di varianti e far scendere meno la curva soprattutto dei casi più complessi.