Pregliasco lancia l’allarme sulla variante Delta: “Attenzione al luogo di vacanza”

·1 minuto per la lettura
Variante Delta Pregliasco
Variante Delta Pregliasco

La variante Delta sta creando non pochi problemi in Italia e così il virologo Fabrizio Pregliasco ha lanciato l’allarme sui casi di Covid-19 in aumento. L’esperto del settore sanitaria ha rilasciato una dichiarazione all’agenzia stampa Adnkronos, parlando dei luoghi di vacanza da scegliere e delle accortezze da apportare in tempo di pandemia.

Pregliasco analizza la variante Delta

Pregliasco si è soffermato sulle vacanze e sul possibile rischio di contagi nei luoghi di villeggiatura. “Alcune regioni sono ancora bianche perché abbiamo cambiato i parametri, ma valutiamo l’opportunità di andare in vacanza in quelle più a rischio” ha commentato il virologo. Con i nuovi parametri indicati dal monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità, in collaborazione con il ministero della salute, soltanto una regione è a rischio basso in Italia.

Consideriamo che potrebbero esserci altri effetti nel momento in cui decidiamo di andare in zone di vacanza maggiormente a rischio in quel momento. Facciamolo, ma se lo facciamo usiamo grande buon senso e attenzione” ha analizzato Pregliasco.

Pregliasco tra variante Delta e mascherine

Nel frattempo i numeri dei contagi da Covid-19 sono in aumento in Italia e proprio per questo Pregliasco invita a fare grande attenzione. “Tornare all’obbligo di mascherina all’aperto in estate con il caldo dà fastidio e rischia di non essere applicabile. Io dico usiamola con buon senso, per proteggerci come usiamo gli occhiali da sole“.

Pregliasco analizza la variante Delta e la diffusione dei contagi da Covid-19

Nel frattempo stando ai dati contenuti nella bozza del monitoraggio dell’ISS, l’indice Rt a livello nazionale è salito a 1.57 (la settimana precedente era 1.26): in aumento anche l’incidenza dei casi ogni 100mila abitanti che da 41 è passata a quota 58. Si tratta della quarta settimana consecutiva in cui si assiste ad un incremento dell’indice di contagio, complice la diffusione della variante Delta che rispetto al ceppo originario ha un’elevata trasmissibilità.

I dati sono in crescita quasi ovunque, al momento non sono previsti cambi di colore e passaggi alla zona gialla da parte delle regioni. Attualmente, infatti, il passaggio dipende dal tasso di ospedalizzazione che, al momento, non presenta grosse criticità nella maggior parte delle regioni italiane. Non è detto però che tutto questo possa cambiare da qui alle prossime settimane.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli