Premi: a Laura Forti, Giulio Mozzi e Alessio Torino il Mondello per la sezione Opera Italiana

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 lug. (Adnkronos) – Sono stati proclamati i vincitori della quarantasettesima edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello: sono Laura Forti con 'Forse mio padre' (Giuntina), Giulio Mozzi con 'Le ripetizioni' (Marsilio), Alessio Torino con 'Al centro del mondo' (Mondadori), per la sezione Opera Italiana; Lorenzo Tomasin con 'Europa romanza. Sette storie linguistiche' (Einaudi), per la sezione Opera Critica.

I vincitori sono stati eletti da un Comitato di Selezione presieduto dal Giovanni Puglisi e composto da Enzo Mansueto, poeta e critico letterario, Francesco Musolino, scrittore e giornalista e Carola Susani, scrittrice. Le scelte del Comitato di Selezione per la sezione Opera Italiana premiano romanzi molto diversi per stili e contenuti e testimoniano la vivacità e la varietà della narrativa italiana contemporanea.

'Forse mio padre' di Laura Forti (Giuntina) è un romanzo dalla semplicità solo apparente, oscilla tra memoriale e finzione e si presenta come un’indagine alla scoperta dell’identità dello sconosciuto con il quale, 'forse', la madre ha generato la narratrice; 'Le ripetizioni' di Giulio Mozzi (Marsilio) racconta di una mistificazione continua con una scrittura avvolgente, dal ritmo incalzante e ipnotico, in cui la ripetizione è l’unica realtà vissuta dal protagonista Mario; 'Al centro del mondo' di Alessio Torino (Mondadori) narra la provincia, la ribellione della gioventù e il dogma della fede, richiamando, senza mai snaturarsi, la potenza della narrazione di frontiera americana.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli