Premiati i protagonisti della collaborazione Indonesia-Italia -5-

Dmo/Red

Roma, 24 gen. (askanews) - Il console onorario di Napoli, Giuseppe Testa, console dal 1992, ha raccontato tutte le importanti attività che si svolgono in Campania per la collaborazione tra i due popoli, a cominciare dal centrale ruolo svolto dall'Università Orientale di Napoli, unica università dove si studia l'indonesiano, fino a tutti le collaborazioni culturali e commerciali. Come personalità del mondo dell'aviazione, auspica per mantenere queste buone relazioni, il ripristino di un volo diretto tra Italia e Indonesia.

Ivo Guidi, console onorario di Genova, ha ripercorso la professionalità e affidabilità dei lavoratori indonesiani tra il personale delle crociere. Sono 2.500 gli indonesiani impiegati in questo settore, specialmente dediti all'ambito spa.

Jacopo Cappuccio, console onorario di Firenze, ha ricordato l'attività della giovane balinese Melati Wijsen che già dal 2013 sta conducendo una campagna per eliminare la plastica. Ha poi raccontato come il festival del cinema indonesiano nato a Firenze, espanso poi anche a Grosseto, arriverà quest'anno anche a Lucca. Cappuccio ha voluto ricordare come la lingua indonesiana sia facile da imparare, come una sorta di esperanto che potrebbe essere ottimo volano di comunicazione internazionale.