Premier Iraq a Pompeo: preparate un piano per ritiro... -4-

A24/Pca

New York, 10 gen. (askanews) - Il premier ha condannato tutte le violazioni della sovranità irachena, compresi gli attacchi missilistici iraniani compiuti contro due basi statunitensi nel Paese, avvenuti in risposta all'assassinio del generale iraniano Qassem Soleimani da parte degli Stati Uniti, compiuto a Baghdad.

"Il primo ministro ha detto che le forze americane sono entrate in Iraq e i droni hanno sorvolato il suo spazio aereo senza il permesso delle autorità irachene e questa è stata una violazione degli accordi bilaterali" si legge ancora nel comunicato.

I parlamentari iracheni hanno approvato una risoluzione non vincolante per mandare via le truppe statunitensi dal Paese, dopo il raid contro Soleimani in cui è morto anche Abu Mahdi al-Muhandis, comandante di una milizia irachena. Il presidente statunitense, Donald Trump, ha minacciato di colpire l'Iraq con sanzioni e di presentare un conto da miliardi di dollari, se Baghdad costringerà gli Stati Uniti a ritirare le truppe.