Premio New York per artisti emergenti

Livia Paccarié
·3 minuto per la lettura
(Photo: gorodenkoff via Getty Images)
(Photo: gorodenkoff via Getty Images)

Il Premio New York

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), il Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali (MiBAC), l’Istituto Italiano di Cultura di New York, l’Italian Academy for Advanced Studies in America presso la Columbia University di New York e la DGAAP (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, inserito nelprogetto dallo scorso anno), bandiscono il “Premio New York”, un programma di residenza artistica riservato ad artisti italiani emergenti.

Il bando è previsto per la primavera, la scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione alle scorse edizioni è stata fissata in un arco di tempo che va dal 30 giugno al 5 settembre dell’anno precedente ai mesi da trascorrere all’estero. Ai vincitori del “Premio New York” verrà infatti offerta la possibilità di passare un periodo di sei mesi a New York (di solito, da gennaio a giugno), al fine di sviluppare le proprie capacità creative a contatto con l’ambiente culturale e artistico degli Stati Uniti. Gli artisti prescelti potranno partecipare alle attività culturali organizzate dall’Istituto Italiano di Cultura e dall’Italian Academy e assistere, come auditori, presso la Columbia University, previa autorizzazione dell’insegnante, a lezioni concernenti discipline quali la storia dell’arte, la teoria cinematografica, le arti visive e l’architettura.

Alla fine del soggiorno gli artisti organizzeranno una mostra delle loro opere presso gli spazi espositivi dell’ISCP (International Studio & Curatorial Program) a Brooklyn o presso altre Istituzioni a Manhattan.

iicnewyork (Photo: Instagram)
iicnewyork (Photo: Instagram)

Chi partecipa

Gli aspiranti al “Premio New York” dovranno:

- essere cittadini italiani;
- essere nati dopo il 31 dicembre 1983;
- essere artisti operanti nel settore specifico delle arti visive, nell’accezione più estesa del termine;
- avere al loro attivo almeno una mostra personale;
- avere un’adeguata conoscenza della lingua inglese (necessaria per l’ottenimento del visto).

Non possono partecipare alle selezioni:

- i componenti della Commissione, i componenti della Segreteria Tecnica, i loro coniugi e i loro parenti ed affini fino al sesto grado compreso;
- i dipendenti degli Enti banditori, ivi compresa la ISCP e i collaboratori dei membri della Commissione;
- ai fini del rilascio del Visto per gli Stati Uniti, saranno accettate solamente candidature individuali. Gli artisti facenti parte di un gruppo potranno fare domanda individualmente ma non come gruppo.

Premio NY. Italian Cultural Institute, New York 2019. Fatma Bucak (Photo: Italian Academy / sito web)
Premio NY. Italian Cultural Institute, New York 2019. Fatma Bucak (Photo: Italian Academy / sito web)

Cosa prevede la Borsa di Studio

Il numero di borse di studio erogate varia di anno in anno, sul bando annuale scaricabile dal sito si trovano le informazioni particolari per vincere il Premio New York. I benefici della borsa sono:

- un assegno mensile di 4,000 dollari per vitto e alloggio;
- la disponibilità di uno studio presso l’ISCP, International Studio & Curatorial Program a Brooklyn;
- un biglietto aereo A/R per New York dall’Italia;
- la copertura assicurativa per spese sanitarie, infortuni, incidenti;
- il disbrigo delle pratiche relative alla concessione del visto per la durata del Premio.

Ciascuno dei vincitori dovrà donare all’Istituto Italiano di Cultura e all’Italian Academy uno dei lavori artistici prodotti durante la residenza del “Premio New York”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.