Premio Nobel vaga con il cadavere della moglie nell’auto

Ei-ichi Negishi, 82 anni, professore di origine giapponese di fama mondiale, una cattedra di chimica all’università di Purdue e un premio Nobel vinto nel 2010. (Credits – Getty Images)

La scena è quella da film thriller, anche se forse la realtà è molto più banale e ‘naturale’. Un uomo che vaga in stato confusionale, la sua auto abbandonata vicino a una discarica e un cadavere al suo interno. Come detto, potrebbe essere la scena iniziale di un thriller psicologico o di un film noir, ma a Chicago è diventata realtà.

Siamo nelle campagne dell’Indiana, a sud di Rockford, 200 chilometri a ovest di Chicago. Un uomo anziano vaga in stato confusionale a piedi quando viene fermato dalla polizia. E’ straniero, i lineamenti sono chiaramente orientali e fatica a esprimersi. I poliziotti fanno un controllo e scoprono che l’uomo non è una persona qualunque, ma è Ei-ichi Negishi, 82 anni, professore di origine giapponese di fama mondiale, una cattedra di chimica all’università di Purdue e un premio Nobel vinto nel 2010 per le sue scoperte sul palladio come catalizzatore dei processi chimici.

Ma cosa ci fa Negishi tra le campagne dell’Indiana in stato confusionale? E come ci è arrivato? Dov’è la sua auto? La polizia indaga e scopre che il Premio Nobel e la moglie Sumira, 80 anni, sono scomparsi dalla sera precedente. Iniziano le ricerche e l’auto di Negishi viene ritrovata guasta e parcheggiata vicino a una discarica. E, al suo interno, c’è il cadavere della moglie.

Le indagini della polizia sono ancora in corso, ma quello che potrebbe apparire come un giallo noir, probabilmente è solo la triste storia di una coppia di anziani. Sumira Negishi, infatti, era gravemente malata e soffriva di Parkinson. I primi controlli dicono che nulla fa pensare che la donna sia stata vittima di un atto violento, ma probabilmente è morta di morte naturale. Un decesso che potrebbe aver traumatizzato il marito che, in stato confusionale, avrebbe guidato per chilometri con il cadavere della moglie vicino, fino al guasto che gli ha fatto abbandonare l’auto.