Premio Pio Alferano 2019, domani la cerimonia a Castellabate -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 19 lug. (askanews) - Dopo la consegna dei premi verranno inaugurate le mostre curate da Vittorio Sgarbi: "Tra sacro e profano", un'antologica di opere del pittore cilentano Paolo de Matteis, prestigioso esponente dell'arte italiana tra Seicento e Settecento, allievo di Luca Giordano, le cui opere vennero richieste da papi e da re; "Artisti di Sardegna nella collezione De Montis", una selezione dalla principale raccolta di arte sarda del '900 proveniente dalla collezione del professor Stefano De Montis, unica per ricchezza e varietà di dipinti, sculture, tessuti, argenti; "Una cosa bella è una gioia per sempre", una personale di Roberto Ferri, artista contemporaneo di grande capacità tecnica che trae ispirazione dalla pittura italiana antica partendo da Caravaggio, ma che considera anche i successivi maestri del Barocco, del Romanticismo e del Simbolismo.

La serata, condotta dalla giornalista Greta Mauro, vedrà, oltre ai premiati, la presenza della giovane pianista olandese Gile Bae e di altri ospiti di spicco del mondo dello spettacolo, della cultura e dell'imprenditoria.

(Segue)