Premio Strega: Giulia Caminito, 'un onore essere tra finalisti, film? Sarebbe incredibile' (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Come Gaia, anche Giulia si è sentita spesso rivolgere la domanda 'di chi sei figlia?' Ma non per questo si è mai sentita un corpo estraneo alla comunità. “Ho sempre avuto la sensazione di esserne parte – sottolinea la scrittrice – ma anche di dover giustificare ogni volta perché ero è lì e perché facevo parte di quel posto”. L’idea di ambientare il romanzo nella cittadina le ronzava in testa da un po’. “Volevo scrivere qualcosa che avesse come sfondo il lago, che avesse a che fare con la mia adolescenza” rimarca Giulia, che fa muovere i personaggi in un posto dove l’acqua del lago, al contrario di quanto si dice e ci si aspetti, è tutt’altro che dolce.

“La definizione dell’acqua del lago non corrisponde a una realtà di fatto – fa notare -. Si dice che l’acqua del lago sia dolce ma non è zuccherina. Volevo parlare di un sapore indescrivibile che può essere a amaro, a volte fangoso, giocare su questa indefinitezza, anche attraverso i discorsi dei protagonisti, che sono alla ricerca della loro identità”. Il lago “sembra tranquillo, malinconico – spiega la scrittrice – ma mi piaceva potesse avere anche una componente esplosiva che riguarda la vita della protagonista e situazioni che si vengono a creare spesso in provincia. Mi sembrava interessante raccontare questa dimensione del Paese. Anguillara è speciale, dei tre Paesi che si affacciano sul lago è la più vicina a Roma ma anche quella che vive di più il lago, una provincia che è anche periferia e ha una sua identità, che è in osmosi con le persone che vivono lì".

Guai, però, a chiamarlo romanzo di formazione. “L’ho definito romanzo di non formazione o malaformazione – rimarca la scrittrice – perché seguiamo Gaia dall’infanzia all’età adulta ma il Bildungsroman di solito segue un percorso in ascesa del personaggio verso il suo miglioramento. Nel caso di Gaia il miglioramento non c'è”. A colpire sono i personaggi femminili del romanzo, apparentemente fragili ma tutti dotati di grande forza e caparbietà.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli