Premio trasparenza e etica P.A, Aidr incontra Crimi

Red

Roma, 30 lug. (askanews) - Il sottosegretario all'Informazione e all'Editoria, Vito Crimi, ha ricevuto oggi una delegazione dell'Associazione Italian Digital Revolution - Aidr, guidata dal presidente Mauro Nicastri, insieme ai soci Alessandro Capezzuoli, responsabile delle attività relative all'evoluzione delle professioni e alla diffusione delle competenze digitali, e Federico Tassinari, responsabile osservatorio editoria digitale. Nel corso del colloquio si è discusso delle modalità con cui viene conferito annualmente il Premio attraverso un software dedicato che verifica la presenza dei requisiti previsti dal "Regolamento del Premio" e di come l'iniziativa intenda stimolare le Pubbliche Amministrazioni a migliorare i propri processi amministrativi attraverso l'uso delle tecnologie per favorire la trasparenza, contrastare e combattere la corruzione e coinvolgere i cittadini nel monitoraggio civico dell'azione amministrativa.

"Affinché i cittadini possano partecipare ai processi decisionali - ha dichiarato il Sottosegretario Crimi - è fondamentale che conoscano cosa fa e come opera la pubblica amministrazione. I diversi canali di comunicazione digitale hanno profondamente cambiato le modalità di trasmissione e condivisone delle informazioni. Per poterlo fare al meglio è necessario riqualificare il personale e dotarlo di competenze digitali. In tale contesto, il premio nazionale AIDR per la diffusione della Trasparenza e dell'Etica nella PA rappresenta un elemento importante che la stessa società civile ha messo in campo per far conoscere la pubblica amministrazione a tutti i cittadini. Pertanto l'iniziativa dell'associazione, che monitora la trasparenza dei siti delle PA ed analizza anche i dati degli affidamenti di lavori, servizi e forniture, ha il merito di aver utilizzato il digitale per migliorare la pubblica amministrazione".

Al termine dell'incontro la delegazione dell'Aidr ha consegnato al Sottosegretario Crimi la targa del premio che è progettata dagli studenti del Liceo Artistico "Silvio Lopiano" di Cetraro (Cosenza), guidati dal dirigente Graziano Di Pasqua, come segno tangibile di stima e ringraziamento per l'importante opera di sensibilizzazione e diffusione delle attività di comunicazione istituzionale.