Premio Troisi, R. Tognazzi: Massimo era di una poesia eccezionale

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Salina (Me), 25 giu. (askanews) - Grande successo per la seconda serata del Premio Troisi - Marefestival, in scena nella piazza principale di Salina, una delle Isole Eolie che fu set naturale del film "Il Postino". Premiata la coppia, nella vita e sul lavoro, Ricky Tognazzi e Simona Izzo, già ribattezzati "I Tognizzo".

"E' vero che gli artisti non muoiono mai perché sopravvivono nelle loro opere, ma la memoria è importantissima" ha detto Ricky Tognazzi ricordando Troisi, aggiungendo che "Massimo era un maestro, vero erede di Edoardo De Filippo, un poeta, e poi aveva un dono meraviglioso, che faceva ridere: la risata e il buon umore fanno bene alla salute, ed è un dono divino".

"Massimo era anche di una dolcezza e di una poesia eccezionale - ha proseguito nel suo ricordo Tognazzi - aveva capacità di comunicare in modo semplice. Viaggiava alto ma a fianco a te. Non ti sentivi mai schiacciato dalla sua intelligenza, dalle sua capacità, ti sentivi suo amico pur non conoscendolo".

Simona Izzo, visibilmente emozionata nel ricevere il Premio Troisi, ha ricordato Massimo Troisi come "un genio della comicità e dello spettacolo, un pioniere in questo senso, che non abbandonò mai la sua ironia con una vena malinconica. Non si sentiva un attore comico di secondo livello".

La coppia ha dialogato con il direttore artistico del Premio, Massimiliano Cavaleri, e Nadia La Malfa, in un dibattito che ha attraversato un viaggio cinematografico di oltre 50 anni di carriera.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli