"Prendiamo posizione". L'appello di Lukaku contro i cori razzisti di Cagliari

"Nell'ultimo mese diversi giocatori sono stati vittime di abusi razzisti. Il calcio è un gioco in cui tutti dovrebbero divertirsi, non dobbiamo accettare alcuna forma di discriminazione che lo possa far vergognare. Spero che le Federazioni di tutto il mondo reagiscano duramente contro tutti i casi di discriminazione!". In un messaggio su Instagram l'attaccante belga dell'Inter Romelu Lukaku, risponde così ai cori razzisti di cui è stato bersaglio ieri sera durante il match contro il Cagliari.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Romelu Lukaku (@romelulukaku) in data: 2 Set 2019 alle ore 5:18 PDT

 

"Le piattaforme social devono lavorare meglio insieme ai club - aggiunge il calciatore - perché ogni giorno si può notare almeno un commento razzista in un post di una persona di colore. Signore e signori è il 2019, invece di andare nel futuro stiamo tornando indietro e penso che i calciatori debbano unirsi e prendere posizione su questo tema per mantenere il gioco pulito e divertente per tutti".

La vicinanza del club sardo

Il Cagliari ha espresso "piena solidarietà a Romelu Lukaku" dopo i cori razzisti di alcuni tifosi della Sardegna Arena contro l'attaccante interista e ha promesso "ancora piu' impegno per debellare una delle piaghe che affliggono il mondo del calcio e non solo".

"Ben sapendo, però", si legge in una nota del club sardo, "che la tecnologia da sola non basta, ma che l'impegno delle società necessita di un supporto reale da parte dei soggetti che operano nel mondo del calcio: dai veri tifosi agli stewards, dai media alle forze dell'ordine fino alla Lega Serie A e la Figc". "Il Cagliari Calcio vi chiede aiuto per vincere una battaglia che riguarda tutti. Nessuno escluso".

Il Cagliari Calcio dice #NOTORACISM.

: https://t.co/d2M3RuH5JQ pic.twitter.com/2BtbFjWD9E

— Cagliari Calcio (@CagliariCalcio) September 2, 2019

 

"Il Cagliari Calcio", si legge nel comunicato, "prende con forza le distanze dagli sparuti, ma non meno deprecabili episodi verificatisi alla Sardegna Arena in occasione di Cagliari-Inter. Il Club ribadisce una volta di piu' l'intenzione di individuare, isolare ed estromettere dalla propria casa gli ignoranti, anche fosse uno soltanto, che si rendono protagonisti di gesti e comportamenti deprecabili e totalmente agli antipodi dei valori che, con determinazione, il Cagliari Calcio porta avanti in ogni singola iniziativa. Quotidianamente".