Prescrizione, Balboni: FdI contro riforma assurda

Pol

Roma, 9 gen. (askanews) - "Fratelli d'Italia si è espressa con decisione contro questa assurda riforma perché ogni cittadino ha diritto ad essere giudicato in tempi rapidi e certi. Sospendere la prescrizione dopo la sentenza di primo grado, persino in caso di assoluzione, porterà inevitabilmente a processi infiniti. Inoltre, per come è pensata questa riforma, risulta persino inefficace rispetto allo scopo che l'ha ispirata: il 70 per cento dei reati prescritti infatti, si prescrivono già in istruttoria". Così il senatore di Fratelli d'Italia Alberto Balboni, vicepresidente della Commissione Giustizia in un'intervista per Avvocati.it.

"La prescrizione penale è un istituto di civiltà giuridica: e piuttosto occorre fissare termini perentori sia per le indagini sia per le varie fasi del procedimento, oltre i quali far scattare la prescrizione del processo". Per questo "Fratelli d'Italia sostiene pienamente la protesta dell'avvocatura, che si pone a difesa del diritto di ogni cittadino alla ragionevole durata del processo, così come sancito dall'art. 111 della Costituzione", conclude.