Prescrizione, Boschi-Annibali (IV): no a processi infiniti

Pol/Gal

Roma, 3 dic. (askanews) - "La nuova disciplina della prescrizione voluta da Lega e M5S significa di fatto processi senza fine, ledendo il principio del giusto processo. Avere processi infiniti non tutela gli innocenti, ma nemmeno le vittime dei reati. Anzi, c'è il rischio che i colpevoli non scontino le pene". Così in una nota Maria Elena Boschi, presidente dei deputati di Italia Viva, e Lucia Annibali, capogruppo di Italia Viva in Commissione Giustizia alla Camera

"Oggi non abbiamo partecipato al voto procedurale per l'esame della proposta sullo stop alla riforma della prescrizione per non mettere in difficoltà la maggioranza, nonostante in tutte le sedi sia stata più volte ribadita la necessità di fermare l'entrata in vigore di quella che - sottolineano - potrebbe rivelarsi, in assenza di una revisione seria riguardante la durata dei processi, come una ferita democratica. Se il ministro Bonafede non vuole ascoltare noi, dovrebbe almeno fermarsi davanti agli allarmi lanciati dagli avvocati e dai magistrati".

"Siamo il Paese di Beccaria: cerchiamo di mantenere viva la nostra civiltà giuridica", concludono.