Prescrizione, Boschi: “Difficile che si arrivi a un punto d’incontro”

prescrizione boschi

Il governo è diviso sul tema prescrizione: da un lato c’è l’accordo tra Pd-M5s sul lodo Conte bis, dall’altro l’opposizione di Italia Viva, con l’ultimo annuncio di Maria Elena Boschi. Dopo la riunione dei gruppi di Camera e Senato di Italia Viva, infatti, non si è giunti alla mediazione. Nel frattempo, inoltre, arriva l’attacco di Nicola Zingaretti a Italia Viva, accusata di essere diventata “estremista”. Nella serata di lunedì, invece, il focus della discussione si è spostato sulla minaccia di Renzi di lanciare una mozione di sfiducia al ministro Bonafede.

Prescrizioni, per Boschi è difficile

“Difficile che si arrivi a un punto d’incontro” sul lodo Conte bis e sulla prescrizione: è questo il commento a caldo di maria Elena Boschi dopo la riunione di Italia Viva. Infatti, come ha più volte ribadito il leader di Iv, Matteo Renzi, la linea del partito è orientata al giustizialismo e dunque non è possibile approvare la riforma sulla giustizia. O almeno: così come è ora non è possibile. “Noi – prosegue ancora Boschi a nome del partito – speriamo che la notte porti consiglio però obiettivamente ormai domani o dopodomani massimo in commissione arriverà a un voto”. La capogruppo di Iv alla Camera ha poi proposto una soluzione a Pd e M5s: “Noi abbiamo l’emendamento Annibali e ci sembra un buon punto di mediazione“. Infine, ha concluso: “Lasciamo aperta la possibilità che si possa trovare un punto di incontro”, rimanendo fermo il fatto che tale mediazione “non può essere il Conte bis per noi”.

Le posizioni di Iv

“Abbiamo scelto la linea giusta e la portiamo avanti” ha detto invece Ettore Rosato. infine, anche Teresa Bellanova è intervenuta sul tema prescrizione: “La mediazione non può essere un baratto tra diritti dei cittadini e composizione del governo”.