Prescrizione, Caiazza (Ucp): bene Iv, da Pd resa incondizionata

Gal

Roma, 1 feb. (askanews) - "Tutti i penalisti italiani apprezzano in maniera particolare quello che Italia Viva sta facendo sulla prescrizione". Lo ha detto Giandomenico Caiazza, presidente dell'Unione camere penali, in un videomessaggio inviato all'assemblea nazionale di Italia Viva in corso a Roma.

"Si tratta - ha spiegato - di una battaglia di civiltà su cui, come ho sentito dire da Maria Elena Boschi, è difficile immaginare delle mediazioni. Facciamo fatica a capire come una posizione come quella del ministro Bonafede e dei 5 Stelle, formalmente avversata dai due terzi della maggioranza, considerata la mancata condivisione del Pd, abbia una tale forza da sopravvivere a ogni possibile obiezione. Ci auguriamo che questo dato numerico prima o poi abbia una sua conseguenza razionale. Il disegno di legge del Partito democratico è sostanzialmente abrogativo della legge Bonafede. Non capiamo di quale mediazione o lodo si stia parlando. Finora quello che trapela è una resa incondizionata".

"Noi confidiamo enormemente nell'impegno di Italia Viva. E' motivo di rasserenamento sapere che vi sia una forza politica che esplicitamente richiama i valori del diritto penale liberale del giusto processo", ha concluso Caiazza.