Prescrizione, Davigo: "Andrebbe abolita"

webinfo@adnkronos.com

"Bisognerebbe abolire la prescrizione". Ne è convinto l'ex pm Piercamillo Davigo che ospite di 'Di martedì' su La7 spiega: "In Italia c'è memoria corta, trenta anni fa è entrato in vigore il nuovo codice di procedura penale. L'osservazione che io feci, insieme a molti altri, è che avrebbe triplicato i tempi della giustizia". "Poi con la legge ex Cirielli - che si chiama così perché l'onorevole proponente disse di non chiamarla più con il suo nome perché aveva orrore di ciò che era diventata - i tempi di prescrizione si sono dimezzati. Il risultato è che un sistema di prescrizione così ce l'hanno solo l'Italia e la Grecia", afferma.  

"Negli Stati Uniti ad esempio con l'inizio del processo cessa di decorrere la prescrizione, come da noi nel processo civile. Perché è esattamente la stessa cosa - conclude Davigo - se si ritiene che i termini di prescrizione siano utili allora si accorcino prima del processo ma una volta che il processo comincia non si può fare una corsa contro il tempo".