Prescrizione, Di Maio: a gennaio diventa legge. Insorge il Pd

Prescrizione, Di Maio: a gennaio diventa legge. Insorge il Pd

Roma, 4 dic. (askanews) – Scontro tra M5S e Pd sulla prescrizione. Su Facebook il capo politico del Movimento, Luigi Di Maio ha scritto: “Credo sia opportuno mettere le cose in chiaro. La nostra riforma dal primo gennaio diventa legge. Su questo non discutiamo. Se qualcuno sbaglia deve pagare, non può farla franca perché il processo si è dilungato. Dalle dichiarazioni di ieri ho capito che il Pd vorrebbe votare una legge con Salvini e Berlusconi per far tornare la prescrizione com’era ideata da Berlusconi. Sarebbe un Nazareno 2.0, ma avrò capito male io…”.

Non si è fatta attendere la risposta di Andrea Marcucci, capogruppo del Pd al Senato: “Di Maio forse non ha capito la gravità della situazione. Sulla prescrizione, non faremo passi indietro. Non si può accettare una norma anticostituzionale come il blocco della prescrizione dopo il primo grado di giudizio – ha detto – non si possono sottoporre i cittadini a processi infiniti. Ci sono diverse soluzioni tecniche da affrontare ora, consiglio al capo del M5S di smetterla con le provocazioni”.

Intanto, il premier Giuseppe Conte, in un’intervista al Corriere della Sera aveva precisato: “Stiamo lavorando ad un compromesso. La prescrizione col primo grado di giudizio è una soluzione assolutamente sostenibile ma sicuramente va corredata con misure di garanzia che assicurino la ragionevole durata del processo”.