Prescrizione, Di Maio: “La riforma il primo gennaio sarà legge”

prescrizione

La nostra riforma dal primo gennaio diventa legge. Su questo non discutiamo” ha detto Luigi Di Maio parlando della riforma della prescrizione in un’intervista su Rai Radio 1. “Se il Pd poi vuole votare una legge con Salvini e Berlusconi per far tornare la prescrizione com’era ideata da Berlusconi sarà un Nazareno 2.0, ma non credo avverrà” ha detto rispondendo alle dichiarazioni rilasciate dai Dem.

Prescrizione: il commento di Di Maio

Non ho mai parlato di crisi del governo – ha detto Di Maio parlando del Mes -, semplicemente chiediamo un rinvio per migliorare questo meccanismo. La cosa incredibile è che noi assistiamo a una Lega che attacca su questo fondo quando tutto questo è partito dal governo Berlusconi-Lega, alla faccia dei sovranisti. Per me quello che dicono da quella parte non ha credibilità“. L’affondo del ministro degli Esteri, però, non è finito qui e Di Maio ha parlato anche del futuro del governo: “Andiamo avanti, abbiamo ancora tante cose da fare per gli italiani“. Sul caso Autostrade il leader politico pentastellato si è detto convinto della necessità di stare vicino ai familiari delle vittime “togliendo concessioni a questa gente“.

Renzi: “Necessaria l’intesa”

Intervenuto sull’argomento, Matteo Renzi si è detto fermo sulle sue idee: “Ci sono due alternative: la prima è che la nuova maggioranza trovi una soluzione. E sarebbe meglio. Se non accadrà noi non ci inchineremo al populismo giudiziario imperante. E dunque, se non ci sarà l’accordo, voteremo il ddl di Enrico Costa. Bonafede può cambiare la sua legge, se vuole – ha attaccato -, ma non può pretendere di cambiare le nostre idee“.