Prescrizione,Fassina: basta ricatti, se Iv si differenzia si vada a voto

Pol/Vep

Roma, 10 feb. (askanews) - "Se Italia Viva ritiene inaccettabile il faticoso compromesso raggiunto sulla prescrizione se ne prenda atto e si torni al voto". È la risposta di Stefano Fassina, Deputato di Liberi e Uguali, in un'intervista al quotidiano La Verità sul compromesso raggiunto sulla prescrizione.

Sul rapporto tra M5S e Pd aggiunge: "M5S e Pd dovrebbero riconoscere che giocano e devono giocare nella stessa metà campo, opposta a quella del centrodestra. Il nostro campo però non è omogeneo e nessuno deve puntare a ridurlo a un solo soggetto o a un partito unico: qui troviamo un partito importante come il Pd, insediato sulle fasce sociali che in questi decenni hanno beneficiato del mercato unico e della globalizzazione, ma ci deve essere un altro soggetto che invece rappresenta chi si trova in difficoltà, i lavoratori e la piccola impresa boccheggiante che deve avere un'altra rappresentanza. Due soggetti nello stesso campo che si possono alleare ma restano diversi, tanto più con una legge elettorale proporzionale. E sbaglia chi sottovaluta le implicazioni politiche dell'indebolimento del M5s".