Prescrizione, Ferrazzi (Pd): Bonafede la smetta con bandierine

Pol/Vep

Roma, 3 feb. (askanews) - "Riforma della prescrizione: no a processo a vita. È stata voluta e votata dal Governo Lega-5Stelle e il Pd ha votato contro, così come Leu. Sabato scorso, nell'inaugurazione dell'anno giudiziario, ho ascoltato con le mie orecchie a Venezia e letto nelle relazioni degli altri distretti giudiziari, che procuratori, giudici e avvocati, sono tutti contrari. Il Procuratore generale presso la Corte d'Appello di Milano, per fare un esempio, sostiene che sia incostituzionale, e gli avvocati penalisti lo sostengono spiegando che sono violati gli articoli 24 (diritto di difesa), il 27 (presunzione di non colpevolezza) è il 111 (giusto processo)". Così su Facebook il senatore Andrea Ferrazzi, capogruppo Pd in commissione Ambiente.

"Prima che una questione di diritto è una questione di civiltà. Lo stesso Procuratore sostiene che la sospensione del corso della prescrizione "non servirà sicuramente ad accelerare i tempi del processo, semmai li ritarderà senza limiti". Se il Ministro Bonafede vuole fare qualcosa di utile, acceleri sulla riforma del Processo penale e la smetta con veti e bandierine ideologiche che, tra l'altro, non danno nemmeno ai 5Stelle alcun premio elettorale. I colpevoli vanno perseguiti e puniti, gli innocenti vanno scagionati. In tempi conformi alla dignità di un paese civile", conclude.