Prescrizione, Ferri: da cronaca conferma efficacia riforma Orlando

Pol/Gal

Roma, 4 feb. (askanews) - "A Milano un prete pagava una minorenne per fare sesso (reato prescritto). Non conosco gli atti, e quindi non entro nel merito. Si tratta, però, dalla lettura giornalistica di fatti gravissimi di fronte ai quali la giustizia deve dare una risposta e pene non certe ma certissime". Lo dichiara Cosimo Maria Ferri, componente di Italia Viva in Commissione Giustizia alla Camera, a proposito del il processo a carico del parroco della chiesa di S.Marcellina a Milano, dichiarato prescritto dalla Cassazione.

"Voglio però evidenziare - continua - che la prescrizione non sarebbe maturata, qualora si fosse applicata la legge Orlando (i fatti sono stati commessi in epoca anteriore), perché tra le modifiche introdotte da questo provvedimento in tema di prescrizione (oltre ad allungare i tempi di tutti i reati) è stato modificato l'art. 158 del Codice penale, stabilendo che 'per una serie di delitti in danno di minori, il termine di prescrizione decorre dal compimento del 18 anno di età della vittima'".

"Anche questo dimostra l'efficacia, la serietà della nostra riforma che ha toccato diversi punti per rendere efficiente il sistema", conclude.