Prescrizione, Gelmini: Fi sentinella a difesa Stato di diritto

Pol-Afe

Roma, 4 dic. (askanews) - "Nostro malgrado siamo costretti, in splendida solitudine, ad essere le sentinelle della difesa dello Stato di diritto e del garantismo. Non è una bella condizione, perché vorremmo vivere in una stagione nella quale i principi previsti dalla Costituzione, la presunzione di innocenza, la centralità della difesa, la prescrizione, fossero principi sui quali la politica non si dovrebbe accapigliare". Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo alla maratona oratoria contro la riforma Bonafede sulla prescrizione organizzata a Roma, di fronte alla Corte di Cassazione, dall'Unione camere penali italiane.

"Invece questa è una stagione di populismo, ma anche di populismo penale, e quindi assistiamo ad una serie di obbrobri giuridici - dall'agente provocatore alla cancellazione della prescrizione, all'allargamento della confisca alla volontà di allargare le maglie del diritto penale - in maniera molto superficiale. Come se l'unico problema fosse sbattere la gente in galera, magari attraverso misure cautelari buttate lì senza pensarci troppo".