Prescrizione, Gelmini: governo rinvia nodi, no a riforma Bonafede

Pol/Vep

Roma, 7 gen. (askanews) - "Niente vertice di maggioranza sulla giustizia, immobilismo del Partito democratico, Italia Viva che al momento solo a parole esprime la sua contrarietà, Conte tergiversa, Di Maio e Bonafede sventolano la loro bandierina propagandistica. Questo, al momento, lo stato dell'arte in merito all'entrata in vigore, dal primo gennaio 2020, dello stop alla prescrizione dopo il primo grado di giudizio. Un governo diviso su tutto fa quello che gli viene meglio: rinvia i nodi e non assume alcuna decisione". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati. "Forza Italia è, con grande determinazione, contraria alla riforma Bonafede, un pericolo per il Paese, un attacco allo Stato di diritto e al giusto processo per cittadini e imprese. Chiediamo a gran voce la calendarizzazione della proposta di legge Costa e sia il Parlamento, alla luce del sole, a decidere su questo cruciale e delicatissimo tema", conclude.