Prescrizione, Gelmini: maggioranza in confusione

Pol-Afe

Roma, 28 dic. (askanews) - "In merito all'entrata in vigore, il primo gennaio 2020, dello stop alla prescrizione dopo il primo grado di giudizio il governo è nel caos, la maggioranza è in confusione e il premier Conte, anche nella conferenza stampa odierna, dà un colpo al cerchio e uno alla botte per tentare di tenere insieme i cocci del suo esecutivo. La proposta del Partito democratico è solo un pannicello caldo che non risolve in alcun modo le numerosissime criticità della legge Bonafede. Per evitare l'ergastolo processuale e il 'fine processo mai' l'unica alternativa valida e percorribile è la proposta di legge Costa. Forza Italia chiederà la sua calendarizzazione in Aula a Montecitorio nel mese di gennaio. Vedremo in Parlamento chi avrà il coraggio e la coerenza - con i fatti e non con le chiacchiere - di difendere lo Stato di diritto nel nostro Paese". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.