Prescrizione, l’appello di Di Maio al Pd: “Non fate come Salvini”

prescrizione di maio

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è intervenuto con un appello agli alleati di governo del Pd per gestire la questione delle prescrizioni. Infatti, il capo politico di M5s non intende ripercorrere la strada seguita da Matteo Salvini e ribadisce: “Servono i fatti”. In un lungo messaggio su Facebook, Luigi Di Maio ha scritto: “Mi aspetto che la musica sia cambiata. Il Pd ai tempi di Berlusconi al governo, ma anche all’inizio della scorsa legislatura, diceva di interrompere la prescrizione ancor prima della sentenza di primo grado, già al rinvio a giudizio. Possiamo fare questo passo importante insieme“.

Prescrizione, l’appello di Di Maio

Sul tema della prescrizione, Luigi Di Maio ha una linea chiara: non intende seguire la strada tracciata dal precedente governo e invita il Pd a “non fare come Salvini”. Infatti, su Facebook, il capo politico di M5s ha scritto: “Spesso i processi contro i loro colpevoli sono durati talmente a lungo da andare in prescrizione e chi doveva pagare non ha mai pagato”. Tuttavia, “il nostro ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede – prosegue il messaggio – sta lavorando al dimezzamento dei tempi dei processi”.


“A battersi contro questa norma” invece, “c’è la Lega” ha spiegato il grillino. Il partito di Matteo Salvini, infatti, “dopo averla approvata, ha cominciato a dire ‘no’, ‘aspettate un attimo’, ‘vediamo’”. “Noi (del Movimento 5 stelle ndr.) con questa gente e con questo modo di prendere in giro gli italiani per difendere i propri interessi, non vogliamo avere niente a che fare”. Infine, Di Maio auspica che “questo governo” possa “davvero cambiare le cose. Ma le parole non bastano, servono i fatti. Noi ci siamo, come sempre” conclude.