Prescrizione, Napoli (Fi): Renzi sfiducia Bonafede? Ci sono i voti

Pol/Bac

Roma, 10 feb. (askanews) - "Non volendo far cadere il governo per un ovvio calcolo politico, Matteo Renzi ha reso noto che Italia viva è pronta a presentare una mozione di sfiducia nei confronti del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. La sfiducia ad personam è un istituto espressamente vietato dalla nostra Costituzione (art. 74, comma 4), diversamente dalla revoca del ministro prevista invece al comma 3 dell'articolo 66". Lo afferma in una nota Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia alla Camera, che aggiunge: "C'è però un illustre precedente: la sfiducia ad personam al ministro di Grazia e Giustizia, Filippo Mancuso, nell'ottobre 1995. Il Senato votò la sfiducia contro la quale Mancuso fece ricorso alla Corte costituzionale. La Corte avallò, non senza sorpresa, la mozione di sfiducia e Mancuso fu costretto a lasciare il governo Dini".

"Contro l'obbrobrio giuridico della prescrizione, se non si riesce a far cadere il governo, sarebbe già un buon risultato riuscire a licenziare il più che improbabile ministro Bonafede. Su questa iniziativa Renzi troverà senza dubbio i voti delle opposizioni, conclude.