Prescrizione, Orlando: Renzi? Votare no a lodo governo aiuta Bonafede

Vep

Roma, 10 feb. (askanews) - "Votare contro la mediazione del governo sulla prescrizione significherebbe difendere la norma Bonafede. L'ultimo accordo in maggioranza depotenzia gli effetti negativi della riforma dei 5 stelle". Lo afferma, in una intervista a Repubblica, il vicesegretario Pd ed ex ministro della Giustizia Andrea Orlando.

In questo momento "in vigore c'è la riforma Bonafede non la mia riforma" e adesso il punto "non è quello che voto io o vota Renzi, l'importante è quello che riusciamo a fare votare a tutta la maggioranza", "è il momento della verità". Renzi punta a dare la spallata all'esecutivo? "Spero di no, sarebbe una scelta che annienta la giusta intuizione che Renzi ebbe ad agosto: di fare il governo con i 5stelle" risponde Orlando osservando, quanto alla tenuta del governo, che è "importante la verifica senza reticenze e ipocrisie... la sorte del governo non è appesa alle dinamiche parlamentari, al di là dei disegni che ciascun giocatore politico può avere in testa, bensì alla capacità di risolvere i problemi del Paese". E "se il governo dà delle risposte, le fibrillazioni scompariranno" mentre adesso "le fibrillazioni stanno rendendo difficile la possibilità di dare risposte", conclude Orlando.