Prescrizione, passa soppressione ddl Costa

webinfo@adnkronos.com

La commissione Giustizia della Camera ha approvato l’emendamento M5S soppressivo del ddl Costa sulla prescrizione.  

Durante le dichiarazioni di voto Italia Viva ha confermato il sì alla pdl Costa e il voto contrario all’emendamento soppressivo del testo presentato dai 5 Stelle e sostenuto da Pd e Leu. 

L’emendamento è passato per un voto. “Se la presidente Businarolo si fosse astenuta, avremmo avuto una conclamata parità che rispecchia peraltro quella dell’assemblea della Camera” dice Carolina Varchi di Fdi.  

"La maggioranza ha segnato un gol decisivo grazie all'arbitro - commenta Enrico Costa al termine della riunione della commissione Giustizia - E' come se all'improvviso l'arbitro si mettesse a giocare per una della squadre in campo. Finora la presidente della Commissione non aveva mai votato". "Ma è solo il primo tempo. Il secondo - aggiunge Costa - si giocherà in aula, il 27 gennaio, e siamo sicuri di poter ribaltare il risultato. Per noi è comunque un risultato politico significativo sia perché abbiamo evidenziato il tema, sia le divisioni nella maggioranza".  

"Con il voto favorevole di tutti i gruppi di maggioranza, tranne che di Italia Viva, è stato approvato l’emendamento soppressivo della Pdl Costa sulla prescrizione. Mi recherò in Aula il prossimo 27 gennaio per comunicare l’esito del voto” riferisce Francesca Businarolo in una nota. "La scelta politica del gruppo di IV deve essere oggetto di valutazione nelle sedi appropriate - dice Businarolo - A noi spetta il compito di portare avanti il lavoro della maggioranza e in questo senso ho ritenuto di partecipare alla votazione, una scelta coerente con il regolamento e già fatta dai miei predecessori e da altri miei colleghi attuali. Ricordo inoltro che il tema della prescrizione è alla costante attenzione del confronto costruttivo tra le forze di governo ed è strettamente legato alle azioni positive intraprese per il rafforzamento degli uffici giudiziari".  

Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha scritto in un post su Facebook: "Continuo a lavorare per garantire processi con tempi brevi: nei prossimi giorni manderò il nuovo testo della riforma del processo penale, sulla base di quanto emerso nell’ultimo vertice di maggioranza. I cittadini chiedono una giustizia più veloce ed efficiente e dopo l’ultimo vertice ci sono tutti i presupposti per dare finalmente una risposta concreta".