Prescrizione, Poniz (Anm): riforma non apocalisse ma niente scambi -2-

Dmo

Roma, 6 feb. (askanews) - Poniz poi spiega: "Non mi interessa soffermarmi sulle sintesi giornalistiche delle posizioni personali di due colleghi, mi interessa la posizione dell'Anm che è sempre la stessa. E mi preoccupa, ad esempio, che invece di allargarne le possibilità di accesso il rito abbreviato sia stato negato per ireati puniti con l'ergastolo". "Nessuno di noi ha mai detto che la nuova prescrizione da sola risolve i problemi della giustizia, e se qualcuno ha fatto di questa singola battaglia un manifesto politico è un problema suo, non nostro".

E sull'appoggio alla prescrizione per la modifica delle regole sul Csm afferma: "Non facciamo patti con nessuno, solo ragionamenti in chiaro con tutti. E se ci fossero accordi sottobanco, dal ministero non sarebbe uscita l'assurda idea dei tempi contingentati dei processi, con l'ipotesi di sanzioni disciplinari per i magistrati se non vengono rispettati, che oltre che illusoria è per noi irricevibile e offensiva. Come abbiamo spiegato al ministro".