Prescrizione, Sereni: trovare compromesso senza ricatti

Pol/Arc

Roma, 3 feb. (askanews) - "Stiamo lavorando per rafforzare l'agenda di governo e per sminare i problemi che abbiamo di fronte, a partire dalla prescrizione". Lo ha dichiarato intervenendo a Rainews 24 la vice ministra degli Esteri Marina Sereni, che ha aggiunto: "Questo dovrebbe essere fatto da tutti, soprattutto da chi ha le massime responsabilità, quindi in questo caso il ministro, che sa che nella maggioranza ci sono opinioni diverse".

"Fino a qualche settimana fa - ha proseguito Sereni - si è tentato di smussare queste divisioni, non credo che alla rigidità vada corrisposta altra rigidità. In questo momento molto è nelle mani del premier Conte, che si sta spendendo molto ogni giorno per ottenere un risultato. Noi vogliamo rendere compatibile l'idea di non tornare indietro ma al tempo stesso di garantire che chi è imputato non sia sotto processo per tutta la vita".

"La durata dei processi deve quindi essere compatibile con la sospensione della prescrizione. Finora il compromesso non è stato ancora raggiunto, ma dobbiamo lavorare per questo obiettivo, senza ricatti né da una parte né dall'altra. Bisogna partire dai contenuti, non dai toni, il Paese, a cominciare dall'emergenza del coronavirus fino alle questioni dell'economia e del lavoro, ha bisogno di un governo che governi e che - ha concluso - agisca con una prospettiva non di corto respiro".