Prescrizione, Sisto (Fi): posizione Anm tecnicamente inspiegabile

Pol/Vlm

Roma, 22 gen. (askanews) - "Ignorando incredibilmente il disposto dell'articolo 111 della Costituzione, il massimo Responsabile dell'Anm ratifica il mostro giuridico di Bonafede ritenendo l'ergastolo processuale compatibile con il sistema giuridico delle garanzie". Lo dichiara in una nota il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto, commentando le dichiarazioni del Presidente dell'Anm Luca Poniz.

"Non basta. Avallando pure la distinzione tra assolti e condannati con sentenza non definitiva, Poniz travolge, tanto per gradire, anche l'articolo 27 della povera Carta costituzionale. L'unica preoccupazione che sembra affliggerlo non è, come doveroso, quella del destino drammatico dei cittadini, destinatari naturali delle riforme del processo penale; bensì, con inaccettabile autoreferenzialità, quella, pur legittima ma certamente meno rilevante, delle esigenze della logistica giudiziaria. L'Anm, per il ruolo che riveste, certamente non merita passi indietro come questi", conclude.