Prescrizione, Zingaretti: "Non si può stare a processo a vita"

webinfo@adnkronos.com

"Crediamo che non si possa stare a processo a vita... E' ingiusto per gli imputati e le vittime''. Lo ha detto Nicola Zingaretti a 'L'Intervista di Maria Latella' su Skytg24, parlando del nodo della prescrizione. "Se si troverà un compromesso, come mi auguro, saremo tutti contenti, altrimenti il Pd porterà avanti la propria linea” sulla riforma. 

GOVERNO - Poi l'esecutivo. "Ho fiducia in questo governo e in quello che sta facendo. E ho fiducia che metta in atto quell'agenda 2023 annunciata qualche ora fa dal presidente Conte. Il governo va bene se produce dei risultati, non se scalda delle poltrone...'' ha avvertito il leader dem.  

PD - Riguardo al Partito democratico, ''posso garantire che il Pd parlerà al Paese con le sue idee, i suoi programmi e con uno spirito unitario''. Il Pd viene percepito come "quella forza politica da cui ripartire per cambiare il Paese non all'insegna dell'odio di Salvini... ". ''Siamo una forza seria e responsabile che vuole guardare al futuro'', ha sottolineato Zingaretti. "Pochi lo vogliono ammettere, ma gli italiani se ne stanno accorgendo - ha detto ancora - Il Pd ha una linea, dobbiamo rilanciare il Pd'' e renderlo competitivo con la destra. ''Andiamo avanti con grande determinazione e concretezza per andare insieme tutti e tutte''. Quanto alle polemiche nel partito, il segretario ha tagliato corto: ''Noi abbiamo sciolto le polemiche, dimostrando che il Pd è l'unica alternativa alle destre...''.  

M5S - Dopo gli Stati generali chi vedrebbe bene alla guida del Movimento cinque stelle? "Non mi permetterò mai di interferire nella vita politica degli altri - ha di nuovo tagliato corto Zingaretti - mi auguro che il Movimento faccia le sue scelte, ma non farò nessun nome''.