Presentato in anteprima 'In cammino', docufilm su esodo profughi ucraini verso l'Italia

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 13 mag. (Adnkronos) – È stato presentato in anteprima al The Space Cinema di Roma “In Cammino”, il docufilm che racconta il viaggio dei profughi ucraini verso l’Italia. Lo spunto narrativo è offerto dai volontari della Ripartiamo Onlus, associazione senza scopo di lucro impegnata attivamente in missioni umanitarie in Ucraina e in Polonia, dove molte delle persone che fuggono dalla guerra trovano una prima accoglienza. La proiezione del docufilm “In Cammino”, prodotto da View Point Strategy per la regia di Daniele Lo Presti, è stata anche l’occasione per riflettere sui temi della guerra e della solidarietà.

"Il documentario nasce da esperienze vissute in prima persona che hanno toccato ognuno di noi – ha dichiarato Francesca Immacolata Chaouqui, presidente di Ripartiamo Onlus e CEO di View Point Strategy – Ho voluto fortemente che la mia associazione e i suoi volontari si impegnassero in azioni concrete a sostegno della popolazione duramente provata dal conflitto. Una raccolta fondi non poteva bastare, così abbiamo deciso di partire, di portare aiuti umanitari e di offrire una via di fuga a quanti scappavano dalle bombe".

Il documentario, girato in occasione delle cinque spedizioni effettuate dalla Ripartiamo Onlus, ha come filo conduttore le esperienze dei volontari che si sono recati sul posto per portare aiuti umanitari, offrire assistenza e prendere in carico i rifugiati che sono stati costretti ad abbandonare la propria casa e la propria terra per andare incontro all’ignoto.

Ai racconti dei membri dell’associazione si affiancano le testimonianze dei profughi, che raccontano gli orrori della guerra, le difficoltà della fuga fino all’incontro con la Ripartiamo Onlus, che ha offerto loro l’occasione di ricominciare lontano dalle bombe. Non sono mancati contributi d’eccezione, come la voce dell’ambasciatore italiano a Varsavia, Aldo Amati.

"Attraverso il film vogliamo regalare agli spettatori le stesse emozioni che abbiamo provato noi – ha commentato il regista Daniele Lo Presti – si tratta di una full immersion in una realtà tanto tragica quanto vicina e nel mondo del volontariato che non distoglie lo sguardo dai drammi umani".

Oltre al docufilm, nel foyer del cinema è stata allestita una mostra fotografica con le immagini più toccanti che hanno caratterizzato le missioni della Ripartiamo Onlus. Durante l’evento è stato possibile acquistare il libro della mostra, il cui ricavato sarà utilizzato per sostenere ulteriormente i progetti a favore dei rifugiati ucraini. Protagoniste della serata sono state proprio le immagini: quelle strazianti dei rifugiati che attendono ore in fila alla frontiera con la speranza di riuscire a passare il confine con la Polonia e da lì cominciare una nuova vita. Quelle di donne, bambini e anziani che dormono in rifugi improvvisati come Hala Kijowska, il grande mercato di Korzcowa dove i profughi trovano un primo punto di approdo, oppure la stazione di Varsavia che diventa snodo essenziale per poter ripartire alla volta di destinazioni più sicure, in cui riuscire a ricostruire il futuro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli