Presi a Milano due rapinatori di Rolex subito dopo un colpo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 set. (askanews) - Ieri i poliziotti dell'Antirapina della squadra mobile di Milano hanno arrestato due pregiudicati napoletani di 33 e 48 anni specializzati in orologi preziosi, accusati della rapina a mano armata ad un commerciante aggredito, poche ore prima in via Paravia nel capoluogo lombardo. Lo ha riferito la questura meneghina, spiegando che i due erano stati individuati nel corso di una serie di indagini per contrastare questo fenomeno e ieri mattina, i loro due scooter sui quali i poliziotti avevano installato dei Gps, ha indicato che si stavano muovendo dalla Barona dove avevano la loro base. Nel loro giro, i rapinatori hanno individuato la vittima mentre rientrava a casa a bordo di una Porsche e non appena è entrata nel palazzo dove risiede, i due l'hanno raggiunta a piedi minacciandola con una pistola e al termine di una collutazione sono riusciti a strappargli l'Hublot Big Beng da 22mila euro che portava al polso.

Una volta rientrati nel bed & breakfast in cui alloggiavano, i due sono stati però bloccati dagli agenti che li hanno trovati in possesso del cronografo appena rapinato e che si è rivelato essere una "patacca" senza valore. Gli scooter utilizzati sono risultati avere il numero di telaio abraso e dunque potrebbero essere rubati. All'interno di uno scooter sono state seuqestrate la pistola utilizzata (una replica di una Walther PPK con il tappo rosso verniciato di nero), due radio ricetrasmittenti e diverse targhe adesive tra le quali quella applicata nel corso della rapina e indicata ai poliziotti da un testimone oculare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli