Presidente Azerbaigian in Italia: rapporti sempre più stretti

featured 1644408
featured 1644408

Roma, 2 set. (askanews) – Una visita di lavoro con tante sfaccettature quella del presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev in Italia l’1 e il 2 settembre. Oltre ad inaugurare la nuova sede dell’ambasciata dell’Azerbaigian nel cuore di Roma dove nasce anche il Centro culturale del Paese, Aliyev ha presenziato alla cerimonia di scambio degli accordi già firmati sulla cooperazione accademica per l’Italy-Azerbaijan University, che avrà sede a Baku, ospitata nel campus dell’Ada University.

Un’istituzione che “diventerà un centro di amicizia” tra i due Paesi ha detto Aliyev parlando al rettore dell’ADA University, Hafiz Pashayev e ai vertici dei cinque atenei italiani coinvolti, la Luiss Guido Carli, la Sapienza di Roma, il Politecnico di Torino, l’Alma Mater Studiorum di Bologna e il Politecnico di Milano.

“Oggi si apre una nuova pagina delle relazioni Italia-Azerbaigian. Stiamo avviando una nuova cooperazione su larga scala nel campo dell’istruzione”, ha affermato Aliyev ricordando la storia del progetto della creazione dell’Università italo-azerbaigiana, la cui idea è stata da lui stesso lanciata nel 2020.

Di “ponte tra culture” ha parlato Paola Severino, vice presidente dell’Università Luiss Guido Carli, secondo cui l’università sarà una “piattaforma centrale per sviluppare i rapporti bilaterali nel medio e lungo periodo”. E il rettore Pashayev ha manifestato la sua emozione per una giornata storica, che porterà “i rapporti di amicizia e collaborazione” tra Baku e Roma “a un nuovo livello”.

Al centro della visita del presidente azerbaigiano gli incontri con le massime autorità italiane: una colazione di lavoro con il Presidente Sergio Mattarella e un incontro con il premier Mario Draghi. Al centro degli incontri da una parte l’eccellente livello del dialogo politico e il rafforzamento del partenariato strategico multidimensionale e dall’altro il tema centrale dell’energia con l’importante ruolo dell’Azerbaigian per l’approvvigionamento energetico dell’Europa, e dell’Italia in particolare.

Argomento, quello del gas e dell’energia, che è stato al centro dell’intervento del presidente Aliyev al Forum Ambrosetti di Cerbobbio dove ha partecipato come ospite speciale.