Presidente Codacons scrive a M5s: persa occasione mia candidatura

Pol/Arc

Roma, 18 gen. (askanews) - "Io, come migliaia di cittadini ai quali voi chiedete continuamente la 'partecipazione al cambiamento', ho cercato di partecipare attivamente a questa vostra iniziativa senza sapere se ne ero parte o meno. Tutto ciò non è coerente al programma del Movimento. Nei giorni stabiliti per la presentazione della candidatura ho invano tentato di completare la procedura, sottoscrivendo online il nuovo statuto, ma i continui arresti di sistema - dovuti forse alla forte e copiosa partecipazione o a interventi di hacker - non hanno permesso di completarla. Il problema è stato da me prontamente segnalato all'amico Elio Lannutti del M5S. Inoltre ho segnalato l'accaduto anche via mail all'onorevole Di Maio a mezzo posta elettronica della Camera, senza alcuna risposta...". Lo ha scritto il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, in una lettera inviata ai vertici del M5S a proposito delle parlamentarie del Movimento.

"Nota dolente - ha sottolineato - è la mancata risposta a qualsiasi comunicazione da me inviata, tanto da non permettermi neanche la possibilità di esprimere la mia preferenza per altri candidati attraverso la piattaforma Rousseau alla quale tento di accedere continuamente (quando funziona) poiché ancora ad oggi non ho autorizzazioni all'accesso. In molti, dalle notizie stampa, lamentano una situazione simile alla mia e ciò che stupisce è la mancanza di risposte da parte vostra alle richieste di chiarimenti".

"Mi rincresce non aver potuto in nessun modo partecipare a quella che avrebbe dovuto essere un esempio di democrazia moderna, fatta anche di 'mi spiace ma non hai i requisiti per partecipare' oppure 'mi spiace ma hai sbagliato la domanda'. E' un'occasione persa non solo per me", ha concluso il presidente del Codacons.