Presidente polacco denuncia "tendenze imperialiste" di Mosca

Ihr

Roma, 1 set. (askanews) - Senza citare il nome della Russia, Andrzej Duda ha parlato di tendenze imperialiste con chiaro riferimento a Mosca nel suo discorso in occasione delle cerimonie a Varsavia per l'80esimo anniversario dell'inizio della seconda guerra mondiale, affiancato dal vice presidente americano Mike Pence, dal presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier e dalla cancelliera Angela Merkel.

"In questi ultimi giorni vediamo, anche in Europa, il ritorno delle tendenze imperialiste, i tentativi di cambiare i confini con la forza, gli attacchi agli Stati, il sequestro di terre, la sottomissione dei cittadini", ha detto Andrzej Duda durante la cerimonia principale in occasione dell'anniversario dell'aggressione nazista contro il suo Paese di 80 anni fa.

Duda ha quindi esortato "i leader dell'Europa e del mondo, i membri della Nato e dell'Ue" a tirare la lezione da questa situazione per evitare il ripetersi di un tale dramma. "Ci devono essere sanzioni, azioni risolute, deve essere ovvio che qualsiasi aggressione militare incontrerà una reazione ferma, risoluta, potente", ha continuato il presidente polacco.(Segue)