Presidenziali Francia, Macron: Non possiamo cantare vittoria

·1 minuto per la lettura
featured 1597673
featured 1597673

Marsiglia, 16 apr. (askanews) – Come voi guardo il nostro paese con lucidità. Vedo le sue divisioni, le sue fratture. Vedo gli estremi e le astensioni. E non possiamo rivendicare la vittoria. Quindi sono qui. Quindi sono qui e continuerò a esserlo. Credete in me

Roma, 16 apr. (askanews) – Il presidente francese uscente, Emmanuel Macron, in corsa al ballottaggio per le presidenziali ha difeso il suo progetto per il prossimo mandato che “unisce le persone, invece di dividere”, “un progetto per i nostri quartieri, per le nostre campagne, per tutti i nostri territori”. “Come voi guardo il nostro paese con lucidità. Vedo le sue divisioni, le sue fratture. Vedo gli estremi e le astensioni. E non possiamo rivendicare la vittoria. Quindi sono qui. Quindi sono qui e continuerò a esserlo. Credete in me”

Parlando ai sostenitori a Marsiglia, Macron ha detto di voler “abbattere i muri che isolano, le barriere”, “siamo un paese di apertura; siamo fatti di millenni di migrazioni, spostamenti, integrazioni”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli