Presidenziali, Macron: “La Francia è un blocco unico, da millenni”

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 22 apr. (askanews) - Emmanuel Macron nel suo ultimo comizio della campagna presidenziale a Figeac, località rurale del sudovest del Paese, ha fatto il punto sull'ultimo quinquennio in termini di "solidarietà nazionale", ruralità e rivitalizzazione economica dei territori, in particolare durante la pandemia di Covid, affermando di voler proseguire su questa linea in caso di una sua rielezione domenica. Ha promesso che avrebbe avuto "un'agenda ambiziosa per tutti i territori, e in particolare quelli rurali", perseguendo un'agenda rurale, come quella stabilita durante il suo quinquennato di cui ha difeso i risultati.

Ritornando al suo viaggio di ieri a Saint-Denis, capoluogo di un dipartimento che è tra i più poveri di Francia, Emmanuel Macron ha affermato di aver respinto "i discorsi politici sulla Francia a cui vorrebbe opporsi, che sarebbe inconciliabile. La Francia delle grandi metropoli, dove ci sarebbe tutta la ricchezza, quella di una ruralità destinata alla sconfitta, e poi la Francia dei quartieri e delle città operaie".

Macron ha proseguito dicendo che "la Francia è un blocco", fatto di tutti i suoi territori nella loro diversità, che deve consentire loro di andare avanti insieme".

"E ci verrebbe chiesto di scegliere, se intendo l'uno o l'altro. Ve lo dico con grande convinzione, in quest'ultimo giorno di campagna: la Francia è un blocco ed è fatta di tutto questo! La Francia è un blocco nella sua storia, e inizia da millenni, attraversa la rivoluzione e l'ascesa di una Repubblica laica e rispettosa. La Francia è un blocco, che porta tutti i suoi territori e che deve saper produrre, portare avanti questa ambizione e ridistribuire, ricostruire equilibri come abbiamo saputo fare e dobbiamo farlo ancora meglio. E rifiuto queste scelte dove sarebbe necessario decidere di amare tra i quartieri popolari e la Francia rurale, decidere di scegliere tra la metropoli e la campagna, è falso!", ha dichiarato Macron.

"Voglio continuare con voi e guardo sia ai cambiamenti che sono in atto, sia a volte alle paure e ai dubbi che possono alimentare gli estremi, e voglio che insieme possiamo fornire una risposta, una serie di risposte", ha concluso il presidente candidato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli