Presidenziali Stati Uniti, Kamala Harris è candidata alla vicepresidenza Dem

·1 minuto per la lettura
elezioni USA 2020
elezioni USA 2020

Kamala Harris, sarà il vice del candidato democratico Joe Biden nelle prossime elezioni USA del 2020. L’annuncio ufficiale che sarebbe dovuto arrivare già lo scorso primo agosto, ha tardato ad arrivare non solo per il Coronavirus, che ha messo in ginocchio l’America, ma anche perché il suo nominativo è stato scelto tra una folta rosa di candidate, incredibilmente quasi tutte donne. La Harris ricopre attualmente il ruolo di senatrice della California.

Elezioni USA 2020: la lunga ricerca

Il nominativo di Kamala Harris, è arrivato dopo tanti dubbi e oltre quattro mesi di ritardo rispetto alla normale tabella di marcia, anche a causa del Coronavirus, che ha causato ovunque rallentamenti. La Harris, è stata inoltre scelta tra una fitta schiera di candidati, eccezionalmente quasi tutte donne. Questo ha richiesto ulteriore tempo in quanto, trovare eventuali scheletri nell’armadio nel passato della candidata alla vicepresidenza, non è cosa da poco.

Kamala Harris, è stata votata alla fine, soprattutto perché proviene da uno stato molto popoloso come la California, inoltre ha un curriculum di tutto rispetto. Dal 1990 al 1998, è stata viceprocuratore distrettuale della contea di Alameda. Dal 2003 al 2011 invece è stata procuratore a San Francisco. Sotto l’amministrazione Obama, fu fondamentale nei negoziati sul nucleare con l’Iran e negli accordi di Parigi sul clima.

Il primato di Kamala Harris

Se Biden dovesse diventare il prossimo presidente degli Stati Uniti d’America, Kamala Harris, diventerà la prima donna afro-americana e allo stesso tempo asiatica a ricoprire questo ruolo. La madre infatti è di origini americane, immigrata da Chennai, mentre il padre è invece originario della Giamaica.