Presidi contro la Raggi: "Scuole chiuse per colpa di una pioggerella"

Virginia Raggi (Photo by Andrea Ronchini/NurPhoto via Getty Images)

Oggi le scuole di Roma "sono state chiuse per un po' di pioggerella. Così si dà l'immagine di una città impaurita, invece è una città bellissima che merita di essere governata bene". Queste le parole di Mario Rusconi, presidente dell'Associazione presidi del Lazio, che in un'intervista telefonica con l'agenzia LaPresse commenta l'ordinanza firmata dal sindaco Raggi a fronte dell'allerta maltempo prevista per la giornata di venerdì.

LEGGI ANCHE: Maltempo a Roma, scuole chiuse

VIDEO - Maltempo, neve a Milano e Torino. Scuole chiuse a Roma e Napoli

Siamo rimasti poi sgomenti - aggiunge Rusconi - nel leggere nell'ordinanza che i presidi dovevano presidiare le strutture scolastiche. Da una parte il sindaco ritiene che i dirigenti scolastici siano dipendenti comunali a cui impartire ordini di servizio quando invece possono riceverli esclusivamente dagli usr (Uffici scolastici regionali, ndr) e dal ministero. Secondo poi appare oltremodo bizzarro pensare giustamente all'incolumità degli studenti e del personale scolastico, ma non a quella dei dirigenti scolastici che a Parere del sindaco dovrebbero 'presidiare'".

"Riteniamo invece - conclude - che gli uffici tecnici dei vari municipi debbano prontamente attivarsi per verificare lo stato degli edifici scolastici essendo questi di proprietà del comune e della città metropolitana che hanno l'obbligo di legge di assicurarne lo stato di sicurezza".

VIDEO - Le previsioni di sabato 14 dicembre